Digiuno Digitale

Scopri la Pratica fisica e spirituale ideata
da Enzo Di Frenna, autore del libro
“Digiuno Digitale: come sopravvivere con poca tecnologia e rigenerare le forze
con le energie sottili”

Enzo Di Frenna

Benvenuto sul sito “DIGIUNO DIGITALE“, la pratica di benessere fisico e spirituale ideata da Enzo Di Frenna, autore del libro “Digiuno Digitale: come sopravvivere con poca tecnologia e rigenerare le forze con le energie sottili” (lo trovi QUI). Giornalista professionista, scrittore self publisher e dal 1996 formatore per la prevenzione dei rischi nello stile di vita digitale. Nel 2007 ha fondato Netdipendenza Onlus, la prima associazione europea no profit che si occupa di prevenzione TecnoStress e Videodipendenze (di cui è presidente). I suoi libri trattano tematiche correlate all’uso della tecnologia informativa e l’impatto sulla salute del corpo fisico, eterico, astrale e mentale (che studia anche attraverso le percezioni extrasensoriali), dote naturale che ha dall’età di 19 anni ma che poi ha addestrato con un maestro orientale conosciuto nel 1993. Lui stesso pratica periodicamente brevi e lunghi periodi di digiuno digitale e astinenza da connessione digitale, tra cui 2 anni senza social network e lunghi periodi senza telefono cellulare, internet e televisione (che non guarda da oltre 15 anni). 

DIGIUNO DIGITALE vuole diventare un movimento filosofico e culturale che diffonde questa pratica di benessere psicofisico, poiché è un tema di grande attualità evitare le trappole della società tecnologica e digitale. Tra i rischi ci sono le malattie psichiche (TecnoStress, internet dipendenza, video dipendenza, social media addicted) e le malattie fisiche (problemi posturali, ansia, ipertensione, insonnia, disturbi gastro intestinali e cardiocircolatori, depressione). Ad esempio, lo sapevi che il TecnoStress è considerata una nuova malattia professionale dall’INAIL? Oppure che la “internet dipendenza” è inclusa nel Manuale mondiale delle malattie psichiatriche (DSM 5)?

Un discorso a parte merita l’avvelenamento elettromagnetico e l’impatto negativo che ha sul corpo fisico, eterico, astrale e mentale… (è un discorso lungo).

Se mangi troppo cibo, diventi obeso. Se poi è cibo spazzatura, ti ammali. Allo stesso modo se mangi troppe informazioni digitali, il cervello diventa obeso. Si muove con fatica. E se poi il cibo informativo è spazzatura, ti ammali.

Enzo Di Frenna promuove eventi, conferenze ed escursioni tra i boschi per sperimentare brevi momenti di “digiuno digitale”, con il telefono rigorosamente spento. Ha poi ideato i Trekking di Digiuno Digitale (il primo è previsto il 15 ottobre 2023) e chi pratica questa disciplina è un DD Trekkers (digiunatori digitali in escursione).

Il progetto è partito nell’estate del 2023 per favorire l’incontro dal vivo della comunità che lo segue sul suo canale Telegram, praticare insieme la meditazione, il respiro pranico e il silenzio a contatto con la natura.

Iscriviti gratis e Partecipa ai Digiuni Digitali

Il primo libro sulla Pratica del Digiuno Digitale.
Mangiare meno informazioni per stare meglio.

La pratica fisica e spirituale del Digiuno Digitale è stata ispirata dal romanzo fantasy-esoterico “Atmo Dinkar e il segreto del tesoro interiore“, scritto da Enzo Di Frenna e con il quale ha anticipato il Grande Crollo della società moderna iniziato nel 2020 e l’ascesa di una tirannia tecnologica e digitale che culminerà nel 2045 con la Singolarità Cibernetica prevista dall’élite transumanista. Cioè estrarre la memoria da un cervello umano e impiantarla in un cyborg dotato di AI (intelligenza artificiale). 

Nel romanzo fantasy-esoterico Atmo Dinkar è l’avatar super eroe che collabora con Enzo Di Frenna per spezzare l’incantesimo degli schermi e mettere in guardia sui pericoli che incombono sull’umanità tra il 2020 e il 2080. I due avventurieri sono aiutati dal un misterioso Alleato della Luce e dai Maestri del Cuore Planetario… 

Nel libro “Digiuno Digitale: come sopravvivere con poca tecnologia e rigenerare le forze con le energie sottili” (edizione 2023) Enzo e Dinkar partono per una nuova missione speciale sul pianeta Terra per contrastare i piani del Malvagi della Mappa Nera: tra i consigli ricevuti c’è la pratica del digiuno digitale per non avvelenare il corpo e la mente con troppo cibo informativo. Così Enzo sperimenta su se stesso brevi e lunghi periodi senza social network, telefono cellulare, connessione a internet, televisore. Il digiuno digitale più lungo è iniziato nel 2013 e lo ha concluso nel 2015 (due anni). Il Fatto Quotidiano e l’agenzia di stampa ADN Kronos hanno parlato della sua esperienza…

Ultimi articoli del blog

Segui le iniziative e gli eventi sul Digiuno Digitale

Join Our Newsletter

Subscribe to receive our latest blog posts directly in your inbox!